Ritornare

Tutto quello che avevo intorno mi sembrava diverso, inutile.
Ero in una giravolta di pensieri, emozioni contrastanti, fitte allo stomaco che nascevano dal petto.
Riuscì a muovermi dalla porta di entrata solo quando arrivai alla consapevolezza che tutto era lì dove lo avevo lasciato, dal limone ammuffito in frigo alle ciabatte lasciate sparse nel corridoio, l’unica a esser effettivamente cambiata ero io.
Aprii la porta della camera da letto, accesi la luce, il mio pigiama era lì sul letto ed il posacenere con una sigaretta spenta, l’odore era sparso nella stanza. Tutto era immutato, compresa la puzza di sigaretta, tutto uguale a quella sera prima della partenza, tutto tranne io.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...